Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

La sicurezza è il primo aspetto a cui associamo la parola “casa”: le nostre mura domestiche rappresentano per noi e per il nostro nucleo familiare una vera e propria protezione da pericoli esterni. A casa nostra vogliamo sentirci “al sicuro”!
Una casa in legno ci preserva dal pericolo di terremoti. Il legno è il miglior materiale da costruzione nelle zone soggette a movimenti tellurici perché vanta proprietà fisiche che nessun altro materiale edilizio possiede: la sua elevata stabilità meccanica, il suo peso specifico ridotto, unite a resistenza e durevolezza, duttilità e deformabilità, rendono le costruzioni antisismiche. Un’abitazione in legno, quindi, non ha problemi di assestamento e sopporta i sismi.
Nessun edificio in legno -costruito da professionisti del settore secondo le normative- è stato danneggiato o distrutto da un sisma, anche di forte intensità.
Una casa in legno ci preserva anche dal pericolo di incendi. Il legno resiste al fuoco più degli altri materiali da costruzione: carbonizza molto lentamente e rimane, per un periodo calcolabile, ancora efficiente dal punto di vista meccanico. In caso di incendio gli edifici in legno non vanno incontro al collasso ma mantengono inalterate struttura e portata per un tempo garantito. Il pericolo minore è dato anche dal fatto che i fumi sviluppati dal legno sono meno nocivi di quelli derivanti dalla combustione dei materiali edili tradizionali.
Queste caratteristiche fanno del legno il materiale ideale per realizzare abitazioni singole ma anche di dimensioni molto grandi (condomini e multipiano), edifici pubblici (uffici, scuole, ospedali, …), strutture ricettive (hotel, villaggi turistici, …).