Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

La corretta progettazione di tenuta all’aria dell’involucro termico di un edificio è fondamentale per ridurre le perdite d’aria dovute alla ventilazione incontrollata, svolgendo un ruolo di grande importanza in termini di comfort, risparmio energetico e durabilità del fabbricato.
Ridurre al minimo le perdite incontrollate di calore, tuttavia, non costituisce garanzia di comfort e salubrità dell’abitazione, condizione raggiungibile solo attraverso il ricambio dell’aria negli ambienti, cioè la ventilazione.
La soluzione di ventilazione ideale in un appartamento prevede la realizzazione di un sistema integrato che produca un rinnovo controllato costante d’aria in tutti gli ambienti, migliorando la qualità dell’aria stessa ed eliminando la presenza di spifferi. La ventilazione meccanica controllata permette all’aria proveniente dall’esterno di accedere nell’abitazione attraverso opportuni dispositivi d’immissione (tecnicamente “ingressi d’aria”), collocati solitamente nelle camere e nel soggiorno. L’aria viziata viene prelevata dagli ambienti più inquinati come bagni e cucine, convogliata in uno scambiatore di calore che preriscalda o preraffresca l’aria pulita presa dall’esterno e poi espulsa. L’aria pulita viene introdotta attraverso i dispositivi installati nelle camere e nel soggiorno. Adeguando la ventilazione secondo il livello di occupazione dell’edificio, il sistema di VMC garantisce il ricambio continuo d’aria, evita la formazione di cattivi odori, elimina sostanze inquinanti e umidità in eccesso.
Perché una casa sia prima di tutto un ambiente confortevole occorre che sia progettata e costruita utilizzando ottimi materiali per l’isolamento termico e serramenti di alta qualità. Il raggiungimento dello stato di comfort aumenta l’efficienza energetica dell’abitazione che, a sua volta, comporta una notevole riduzione dei costi di gestione e manutenzione. E’ tuttavia necessario un corretto ricambio d’aria negli ambienti in cui abitiamo, per ridurre la produzione di odori e vapori causati dalla presenza umana (agenti inquinanti): aprire le finestre favorisce sì una ventilazione all’interno dell’ambiente, ma anche una dispersione di calore verso l’esterno. Installare nella propria casa un sistema di ventilazione meccanica controllata (VMC), significa dotarla di un impianto automatico che permette il ricambio fisiologico d’aria negli ambienti mantenendo elevato il loro livello di salubrità.
L’impianto di ventilazione meccanica controllata aumenta il livello tecnologico dell’immobile ed il suo valore: oltre che favorire il risparmio in termini energetici ed economici, evita i fastidi derivanti da correnti d’aria e rumori esterni e protegge l’edificio dai danni causati da muffe ed umidità interna su pareti e soffitti.